Altro che glutine, sono diventata intollerante a Roma. Mi fa contorcere le budella. Per i suoi cittadini “normali” è diventata invivibile.